Dal 2 giugno 2015 entra in vigore la COOKIE LAW. Il Garante per la Protezione dei dati Personali ha pubblicato il provvedimento nr. 229 inerente la “individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Il sito www.villabiffi.it utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni selezionare il link seguente. Informativa sui cookies

La Villa

Sono passati ormai secoli da quando, nel lontano 1853, la villa attuale è stata costruita. Ma la storia del podere è molto più antica, dai documenti risalirebbe addirittura al diciassettesimo secolo. Molti uomini ne hanno costellato l’esistenza con le loro storie, speranze, illusioni e vittorie. Molta gente ha passeggiato nei viali del giardino, ne ha apprezzato la bellezza, assaporandone i profumi nelle chiare sere d’estate.

Un pò di storia

dottor serafino biffiLa Villa prende il nome dal Dott. Serafino Biffi che la acquistò nella seconda metà dell’800 ampliando sia l’edificio esistente sia il parco circostante. Nato a Milano nel 1822 il Dott. Biffi, oltre ad essere uno dei fondatori della psichiatria moderna, fu Sindaco di Albiate, Consigliere Comunale di Triuggio e fondò a Milano una apprezzata “casa di Salute” mentre Rancate divenne sede delle sue ore di studio e di riposo oltre ad ospitare alcuni suoi benestanti pazienti. Alla sua morte la Villa passò a Padre Silvio Vismara, sacerdote dei Benedettini Olivetani, molto amico di Padre Agostino Gemelli, fondatore dell’Università Cattolica del S. Cuore, che spesso soggiornò in villa. Ai giorni nostri Villa Biffi venne concessa dapprima alla multinazionale IBM e successivamente alla Casa Editrice Fabbri che l’adibirono a luogo di ritrovo e di svago per i propri dipendenti.

 La Villa e la Banca

banca di credito cooperativo della valle del lambroIl rapporto tra Villa Biffi e la Cassa Rurale ed Artigiana di Triuggio, come si chiamava allora la B.C.C., iniziò nel 1983 con la costituzione del CREA CLUB, un’associazione composta dai soci della Banca che potevano godere della villa e del grande parco per momenti di incontro, di cultura, di sport, di svago. Senza mutare il suo scopo principale e senza far venir meno la sua vitalità, il CREA CLUB venne trasformato, nel 1988, in cooperativa LA MERIDIANA richiamandosi, con questa nuova denominazione, allo strumento di misurazione del tempo dipinto sulla facciata principale della storica villa che divenne il simbolo della nuova società. Per più di dieci anni Villa Biffi rappresentò il riferimento di quel ruolo che caratterizzava e caratterizza la banca triuggese: un istituto capace di guardare alle persone non solo come clienti ma anche come componenti di una grande famiglia per i quali, oltre al lavoro, vi devono essere momenti di approfondimento, di scambio di conoscenze, di riposo, di divertimento. Alla fine del 1994 l’intero complesso di Villa Biffi divenne proprietà della Banca di Credito Cooperativo di Triuggio, la nuova denominazione della Cassa Rurale, e nel giugno 2004, in occasione del 50° di fondazione della banca, venne inaugurato il nuovo centro culturale - ricreativo, una struttura moderna comprendente una sala congressi, un piccolo ristorante e un locale biblioteca.

Ai giorni nostri

villa biffi ai giorni nostriCome abbiamo visto negli anni trascorsi la Villa ha assunto molteplici connotazioni, dapprima come ambito di studio, di ricerca scientifica, di cura, successivamente, e veniamo ai “nostri tempi”, come luogo di aggregazione, incontro, approfondimento e di svago. Oggi il centro si presenta ai Soci della Banca di Credito Cooperativo di Triuggio e della Valle del Lambro, alle Comunità del territorio dove la banca opera con una veste rinnovata nella struttura e nella gestione. Pur mantenendo le sue caratteristiche originarie, è stato ammodernato anche alla luce delle esperienze passate; i Soci, i clienti, le realtà territoriali potranno godere di un ambiente moderno, funzionale, in grado di offrire una vasta gamma di servizi. In particolare la nuova gestione avrà come riferimento centrale i Soci della B.C.C. di Triuggio e della Valle del Lambro per i quali verranno programmate una serie di specifiche iniziative con serate a tema che abbracceranno molteplici tematiche legate al territorio, alla cultura, alla socialità, allo sport, all’enogastronomia. Si riapre così una nuova pagina della presenza della B.C.C. di Triuggio e della Valle del Lambro nella comunità brianzola, una pagina che vuole rappresentare una vicinanza sempre più stretta con la gente che quotidianamente vive il nostro territorio.